header

Informazioni per le aziende
Piano di ambito
Comuni consorziati
Reclami e segnalazioni

Autorizzazione Unica Ambientale

Quest’Autorità di Ambito (così come stabilito dall’art. 2 - comma 1 lettera c - del D.P.R. n. 59/2013 “Regolamento recante la disciplina dell’Autorizzazione Unica Ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad autorizzazione integrata ambientale, a Norma dell’articolo 23 del Decreto- Legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla Legge 4 aprile 2012, n. 35”) è il “soggetto competente in materia ambientale” al rilascio del nulla osta in ordine allo scarico in pubblica fognatura di reflui industriali, ai sensi e per gli effetti dell’art. 124 — comma 7 — del D.Lgs. n. 152/2006, nell’ambito dell’istruttoria finalizzata al rilascio dell’Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.) da parte della Provincia di competenza per territorio.

Il rilascio del nulla osta da parte di quest’Autorità non rappresenta ne è sostitutivo del provvedimento di Autorizzazione Unica Ambientale di cui al D.P.R. n. 59/2013, il quale sarà adottato dall’autorità competente (la Provincia competente per territorio) e rilasciato dal S.U.A.P. del Comune in cui è ubicato lo scarico.

In particolare, il D.P.R. n. 59/2013 prevede lo sviluppo del procedimento secondo le seguenti fasi:

1. l’istanza di Autorizzazione Unica Ambientale, inviata per via telematica in formato digitale al S.U.A.P. del Comune in cui è insediata l’attività, va presentata utilizzando esclusivamente il Modello AUA Regionale approvato dalla Giunta Regionale della Campania con delibera n. 168 del 26/04/2016 pubblicata sul B.U.R.C. n. 29 del 09/05/2016.

Alla suddetta istanza AUA deve essere allegata la documentazione elencata nella “SCHEDA A – SCARICHI DI ACQUE REFLUE” (cfr. pagine 44 e 45 del Modello AUA) unitamente alla copia del versamento degli oneri di istruttoria dell’importo di 150,00 €, da effettuare esclusivamente mediante bollettino postale sul c.c. n. 83735761 intestato a “Autorità di Ambito Sele – Servizio Tesoreria”, riportante nella causale la dicitura “Oneri di Istruttoria AUA Ditta _______________”.

I soggetti richiedenti l’AUA, in occasione del rilascio e del rinnovo dell’autorizzazione allo scarico in pubblica fognatura rilasciata dall’Autorità di Ambito, dovranno produrre la documentazione ex novo (effettuando il versamento degli oneri di istruttoria) per il titolo autorizzativo con periodo di validità residua inferiore ad un anno o di nuova richiesta; mentre per le autorizzazioni allo scarico non scadute e con validità residua superiore ad un anno il richiedente è esentato dal versamento degli oneri e potrà produrre una dichiarazione sostitutiva che attesti che nulla è mutato rispetto alle condizioni che ne hanno consentito il rilascio, unitamente agli estremi del medesimo titolo (essendo questi già nella disponibilità dell’Autorità di Ambito) o alle copie digitali.

Quest’Autorità di Ambito esprimerà il proprio parere di competenza per tutti i titoli ancora vigenti, sia con scadenza inferiore che superiore ad un anno, e si riserva la facoltà di effettuare una verifica delle dichiarazioni rese e della documentazione allegata, anche al fine di prevederne un aggiornamento per adeguarli ad eventuali modifiche della normativa e/o del sistema fognario-depurativo in cui vengono collettati i reflui della ditta.

2. Il S.U.A.P., effettuata la verifica formale della domanda, provvederà ad inoltrare in via telematica l’istanza ed i relativi allegati alla Provincia competente e ai soggetti competenti in materia ambientale, tra cui quest’Autorità di Ambito che dovrà esprimersi nel merito ai sensi delle competenze di cui all’art. 124, comma 7, del D.Lgs. n. 152/2006 in ordine allo scarico in pubblica fognatura.

3. La Provincia provvederà ad acquisire, nelle forme e nei modi che riterrà opportuni, il parere di quest’Autorità di Ambito, unitamente ai pareri formulati dagli altri soggetti competenti in materia ambientale, adottando il provvedimento Autorizzazione Unica Ambientale che trasmetterà al S.U.A.P.

4. Il S.U.A.P. rilascerà il provvedimento conclusivo del procedimento nel quale confluirà l’Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.).

Le richieste di “voltura” (variazione della natura giuridica, della denominazione sociale, del legale rappresentante, della sede legale) delle autorizzazioni allo scarico rilasciate da quest’Autorità e tutt’ora in corso di validità dovranno essere presentate utilizzando il “Modello di Voltura” come predisposto da quest’Autorità.

L’atto autorizzativo volturato avrà validità fino alla sua naturale scadenza, così come indicata nell’atto stesso. Resta inteso che un anno prima della scadenza l’utente, per il rinnovo dell’atto autorizzativo, dovrà presentare istanza AUA come sopra specificato.

Per tutto quanto non riportato nel presente quadro informativo si rinvia al D.P.R. n. 59/2013 ed alla “Guida Operativa – Procedura di rilascio dell’Autorizzazione Unica Ambientale AUA” approvata dalla Giunta Regionale della Campania con delibera n. 168 del 26/04/2016 pubblicata sul B.U.R.C. n. 29 del 09/05/2016.

 

Ufficio Tecnico

Autorizzazioni allo scarico

Geom. Antonio Letteriello

Geom. Nicodemo Zavaglia

Scarica i documenti

AUA Modello Unico Regionale 

Elenco documentazione da allegare

Modello di Voltura